Cos'è l'Omeo-Mesoterapia ? Trattamento del Dolore Osteo-Artro-Mio-Fasciale - www.StudioBioMedico.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cos'è l'Omeo-Mesoterapia ? Trattamento del Dolore Osteo-Artro-Mio-Fasciale

Omeopatia / Dolore > Omeo-Mesoterapia / Dolore
 
 

L'omeo-mesoterapia è una tecnica utilizzata dal medico omeopata che consiste nell'iniettare, attraverso micropunture con aghi molto sottili e pressoché indolori, per via intradermica o sottocutanea, piccole quantità di rimedi omeopatici-omotossicologici sulle superfici malate, sulle zone di proiezione del dolore, sui punti di agopuntura, sulle cicatrici, sulle proiezioni d'organo, nei punti o zonidi di Weihe, oltre ad essere utilizzata ai fini estetici.

L'omeo-mesoterapia sfrutta la particolare reattività del tessuto connettivale sottoposto a stimoli fisico-chimici-energetici. I meccanismi d'azione dell'intradermoterapia distrettuale che determinano l'effetto e l'efficacia della tecnica, sono riconducibili alle diverse reazioni di risposta alla:
  • stimolazione meccanica dell'ago nell'infissione cutanea e reazione alla distensione provocata dal medicamento, con azione sui recettori nervosi periferici. L'iperstimolazione delle terminazioni sensitive blocca la progressione ascendente degli stimoli “nocicettivi” (secondo la teoria del “gate control” di Melzack e Wall) permettendo di ottenere l'azione analgesica.
  • azione peculiare del rimedio omeopatico – omotossicologico, associato alla maggiore biodisponibilità e concentrazione tissutale
  • attivazione dei meccanismi bioumorali e immuno-modulatori.


 VANTAGGI 

- ASSENZA DI REAZIONI ALLERGICHE: attualmente nella pratica non si sono mai evidenziate reazioni allergiche degne di nota poiché il farmaco omeopatico-omotossicologico è in LOW-DOSE, oltre che dinamizzato, in modo tale da possedere una minima azione ponderale e una preponderante azione bio-informazionale.

- NESSUN EFFETTO COLLATERALE: la diluizione del rimedio mette al riparo il paziente anche da questa eventualità.

- NESSUNA CONTROINDICAZIONE IN GRAVIDANZA: l'attenzione va posta solo su alcuni determinati rimedi e sulla scelta corretta dei punti da trattare.

- TERAPIA PERSONALIZZATA: i rimedi sono scelti secondo le caratteristiche presentate dal paziente, considerando il fatto che le stesse patologie possono presentarsi in modo diverso in base alla reattività della persona.

- TRATTAMENTO CONTEMPORANEO DI PIU' PATOLOGIE: le suddette caratteristiche dei rimedi omeopatici-omotossicologici consentono di gestire nella stessa seduta più patologie, senza incorrere ai danni indotti dalla contemporanea iniezione di farmaci classici allopatici.

L'OMEO-MESOTERAPIA PUO' ESSERE ASSOCIATA e INTEGRATA ai TRATTAMENTI CONVENZIONALI


 SEDUTE TERAPEUTICHE 

In caso di patologie croniche solitamente si effettua una seduta settimanale sino a miglioramento del quadro clinico, dopodichè si valuta la frequenza delle sedute successive e la necessità di effettuare eventuali richiami di stimolo.
In caso di patologie acute si effettuano più sedute ravvicinate, due o tre sedute settimanali, sino alla risoluzione del problema.

Durante le sedute si valuta anche la necessità di prescrivere una terapia omeopatica orale di supporto al fine di velocizzare il ripristino delle condizioni di salute.


 INDICAZIONI TERAPEUTICHE 

PREVENZIONE e TRATTAMENTO del DOLORE OSTEO-ARTRO-MIO-FASCIALE

Per affrontare la degradazione progressiva del Collagene, data dalla sedentarietà, dall'avanzare dell'età, da alterazioni posturali, da squilibri alimentari, da attività sportiva intensa o inadeguata, da traumi, da patologie infiammatorie e/o degenerative, oltre ai rimedi omeopatici-omotossicologici è possibile l'utilizzo di MEDICAL DEVICE distrettuali e tissutali, contenenti COLLAGENE (Tropocollagene di Tipo I con Peso Molecolare di 300 kDa - 100 microgrammi in ogni fiala) e SOSTANZE ANCILLARI di origine naturale, iniettabili attraverso la tecnica mesoterapica in loco. Il Tropocollagene è il substrato dell'enzima endogeno lisina-idrossilasi che ha il compito di assemblarlo in fibre collagene a livello della matrice extracellulare.
La funzione strutturale del Tropocolaggene iniettato migliora l'assetto istologico delle fibre collagene, presenti in molte strutture anatomiche in forma non più organizzata, fornendo un supporto di tipo meccanico alla parte interessata, oltre che facilitare il processo di deposizione-riparzione-rimodellamento fondamentali per la fase di recupero funzionale del tessuto offeso. E' importante sapere che le terapie con farmaci antiinfiammatori sono utili solo nelle prime ore/giorni dall'instaurarsi della patologia che si presenti, ovviamente, con segni e sintomi di evidente componente infiammatoria, ma si rivelano dannosi se utilizzati per un tempo prolungato poiché interferiscono proprio con la sintesi e la deposizione di nuovo collagene nelle fasi di guarigione e restitutio ad integrum.
La prevenzione e la protezione dall'usura, dal sovraccarico, dai processi di invecchiamento o il trattamento della degenerazione cartilaginea migliorano la mobilità e la funzionalità agendo indirettamente sul DOLORE, aspetto che influisce in modo preponderante sulla qualità di vita e sintomo che spinge il paziente a rivolgersi al medico.

APPARATO OSTEO-ARTICOLARE:

  • Artrosi Cervicale
  • Cervicalgia muscolotensiva / secondaria a Triggher Point muscolari - da Vizi Posturali / Torcicollo
  • Sindrome delle Faccette Articolari Cervicali
  • Sindrome dei Legamenti Spinali Cervicali
  • Radicolonevriti Cervicali - Dorsali e Lombo-Sacrali
  • Nevralgia del Nervo Brachiale  da Intrappolamento Cervicale
  • Nevralgia Facciale Atipica
  • Nevralgia del Trigemino
  • Dolore dell'Articolazione Temporo Mandibolare  
  • Colpo di Frusta
  • Morbo di Sudek o Neuro-Algo-Distrofia
  • Artrosi Dorso - Lombare
  • Dorsalgie secondarie a Scoliosi - a Trigger Point muscolari - ad Osteofitosi dorsali - ad Osteoporosi
  • Sindrome delle Faccette Articolari Costo-Vertebrali
  • Sindrome dei Legamenti Spinali Dorsali
  • Gonartrosi
  • Artrosinovite acuta e cronica da Artrosi - Artrite - Post Traumatica - Post Chirurgica
  • Lesioni dei Legamenti del Ginocchio
  • Meniscopatia
  • Preparazione all'Intervento Chirurgico di Meniscectomia
  • Terapia di Mantenimento dopo Intervento Chirurgico al ginocchio
  • Coxartrosi / Coxartrite
  • Coxalgia di origine Muscolare - Nervina
  • Coxalgia da Allenamento Prolungato
  • Artrosi delle Mani
  • Rizartrosi o Malattia di Forestier
  • Artrosi dei Piedi
  • Alluce Valgo
  • Metatarsalgie Semplici o associate a Neuroma di Morton
  • Podalgie
  • Cervico - Brachialgia
  • Osteoartrosi Lombare o Lombo Sacrale
  • Lombalgia secondaria ad osteofitosi lombari - a Vizi Posturali - a Trigger Point muscolari
  • Sindrome Sacro-Iliaca
  • Sindrome dei Ligamenti Spinali Lombo-Sacrali
  • Sciatalgia - Lombo-Sciatalgia / secondaria ad Intervento di Ernia Discale
  • Spalla Dolorosa in fase Acuta e Cronica / secondaria a Lussazione - a Frattura
  • Periartrite Scapolo-Omerale
  • Sindrome della Cuffia dei Rotatori
  • Sindrome Spalla-Braccio
  • Spalla Ghiacciata
  • Epicondilite (Gomito del Tennista)
  • Epitrocleite (Gomito del Golfista)
  • Tendiniti - Tendinopatie secondarie ad Immobilizzazione Prolungata
  • Distorsione Tibio - Tarsica
  • Sindrome di De Quervain
  • Tunnel Carpale
  • Artrite Reumatoide
  • Osteoporosi
  • Fibromialgia
  • Sindrome delle "Ossa Rotte"
  • Dermatomiosite
  • Herpes Zoster (fase acuta - dolori postumi)
  • Nevralgia e Dolori Intercostali
  • Dolori secondari a Tumori
  • traumi negli sportivi


APPARATO CIRCOLATORIO:

  • Insufficienza Venosa
  • Varici
  • Ulcere Varicose
  • Flebiti
  • Patologie Circolatorie Arteriose ( Morbo di Reynaud, Morbo di Burger, Claudicatio Intermittens, Acro-Parestesie delle mani e dei piedi)


APPARATO GENITO-URINARIO:

  • Dismenorrea (prevenzione - terapia antalgica immediata)
  • Amenorree Secondarie
  • Sterilità Tubarica
  • Ipertrofia Prostatica


APPARATO BRONCO-POLMONARE:

  • Bronchiti
  • Catarro Cronico
  • Asma Bronchiale
  • Tonsillite Acuta
  • Tonsillite Cronica
  • Faringiti
  • Sinusiti


CAMPI di UTILIZZO VARI:

  • Acufeni
  • Astenia
  • Depressione
  • Insonnia
  • Emicrania
  • Emorroidi
  • Stipsi
  • Allergie
  • Cicatrici


Se ritenuto necessario, data la complessità di alcune patologie e la necessità di agire su ogni aspetto della malattia per ottimizzare il percorso di guarigione, è possibile associare anche:



(Liberamente tratto da: Manuale di Omeo-mesoterapia - De Bellis - Guna Editore)

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu